Statuto Associazione

                      STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE DI PROMOZIONE SOCIALE 

		associazione cultuale di promozione sociale senza fini di lucro

Art.1
Costituzione

1.E' costituita con sede in MILANO Via Alessandro Tadino 6 l'associazione culturale di promozione sociale 
denominata "MILANO MAKERS “ associazione culturale di promozione sociale senza fini di lucro di seguito 
detta Associazione. 
2.L'Associazione ha durata illimitata. 
3.L'Associazione assicura ai propri Associati la tutela dei diritti inviolabili della persona e pari opportunità
 senza distinzione di genere,religione,razza,titolo di studio,età e abilità fisica ; 
l'Associazione e' democratica e apartitica: tutti gli Associati hanno uguali diritti e le cariche associative sono
 elettive. 
4.L'Associazione non ha fini di lucro: eventuali proventi delle attività non possono essere divisi fra gli Associati, 
anche in modo indiretto, e devono essere reinvestiti a favore delle attività istituzionali, statutariamente previste all'Art.3. 
5.Il patrimonio dell'Associazione, in caso di suo scioglimento per qualunque causa, sarà devoluto ad altra associazione
 con finalità analoghe o a fini di pubblica utilità, salvo diversa destinazione imposta dalla legge. 

Art.2 
Finalità 

1.L'Associazione ha lo scopo di promuovere, sostenere, consolidare tutte le attività di carattere sociale, civile e 
culturale, che pongono al centro il tema delle autoproduzioni,intese come momento di affermazione sociale dei 
rispettivi autori.

Art.3 
Attività 

1.L'Associazione per il raggiungimento dei suoi fini,intende promuovere,varie attività,in particolare: 
- Attività di promozione sociale degli autoproduttori ;ricerca e formazione; 
progetti di gestione e promozione della personalità dell'autoproduttore; gestione partecipativa di spazi aggregativi e
 dimostrativi; 
promozione di reti sociali finalizzate alle autoproduzioni; accompagnamento, integrazione sociale e lavorativa 
attraverso l'autoproduzione anche di quei soggetti a rischio d'esclusione sociale. 
- Attività culturali: centro studi e documentazione; 
iniziative, convegni e seminari; riviste e pubblicazioni editoriali, manifestazioni fieristiche, concorsi legati ai 
fini sociali. 
- Attività ricreative: feste, attività d'animazione, spettacoli di musica, teatro ed arti varie, manifestazioni 
culturali divulgative del sapere autoproduttivo. 
l'Associazione vuole,inoltre, mettere al centro del proprio impegno il risultato dell'ingegno dei singoli attraverso
 la creazione di un marchio denominato “ “ che distingua tutti i manufatti e , più in generale, le opere d'ingegno
 realizzate da persone fisiche non titolari e /o non dipendenti da stabili organizzazioni commerciali rientranti fra
 quelle di cui all'art.2 del presente statuto.

Art.4 
Associati 

1.Sono Associati quelli che sottoscrivono il presente Statuto e quelli che ne fanno richiesta e la cui domanda di 
adesione è accolta dal Comitato, in caso venga respinta il diniego dev'essere motivato per iscritto. 
2.Ci sono 5 categorie di soci:
- Fondatori lo sono  Castelli Cesare,Duilio Forte, Nuala Goodman,Alessandro Guerriero,Maria Christina Hamel, 
Francesco Mendini, Franco Raggi.
- Ordinari coloro che versano la quota di iscrizione annualmente stabilita dall'Assemblea.
- Giovani dai 18 ai 24 anni, studenti o lavoratori che operano nel campo delle autoproduzioni di design.
- Sostenitori coloro che oltre la quota ordinaria erogano contribuzioni volontarie straordinarie.
- Benemeriti coloro che sono nominati tali dall'Assemblea per meriti particolari acquisiti a favore dell'Associazione,
 o per meriti di chiara fama nel campo del design. I soci benemeriti non possono superare il 10% (dieci per cento) del
 totale dei soci dell'Associazione.
3.Nella domanda di adesione l'aspirante Associato dichiara di accettare senza riserve lo Statuto dell'Associazione. 
L'iscrizione decorre dalla data di delibera del Comitato. 
4.Tutti gli Associati cessano di appartenere all'Associazione per: 
-dimissioni volontarie; 
- non aver effettuato il versamento della quota associativa annuale;
- morte; 
- indegnità deliberata dal Comitato. In quest'ultimo caso é ammesso ricorso al collegio arbitrale il quale
 costituitosi ai sensi dell'Art.12 decide in via 
definitiva. 
I soci benemeriti sono esentati dal pagamento della quota associativa annuale; 

Art.5 
Diritti e obblighi dei Soci 

1.Tutti gli Associati hanno diritto a partecipare alle Assemblee,a votare direttamente o per delega, a svolgere il 
lavoro preventivamente concordato ed a recedere dall'appartenenza all'Associazione senza onere alcuno, dandone 
comunicazione con lettera raccomandata tre mesi prima dello scadere del periodo di tempo per il quale sono associati. 
2.I Soci sono tenuti a rispettare le norme del presente Statuto,a pagare le quote sociali ed eventuali contributi 
nell'ammontare fissato dall'Assemblea,a prestare il lavoro preventivamente concordato. 
3. L'Associazione opera valendosi di prestazioni prevalentemente gratuite degli Associati. 
4. Le cariche sociali sono esercitate dagli Associati investiti dal mandato assembleare a titolo gratuito, con il solo
 rimborso delle spese sostenute per l'esclusivo espletamento delle funzioni istituzionali esercitate per conto 
dell'Associazione. 

Art.6 
Organi 

1. Sono organi dell'Associazione: 
- l'Assemblea; 
- il Comitato; 
- il Presidente; 
- il Collegio Arbitrale (eventualmente costituitosi ai sensi dell'Art.12). 

Art.7 
Assemblea 

1.L'Assemblea e' costituita da tutti gli Associati.
2.Essa si riunisce, in via ordinaria, una volta all'anno e, in via straordinaria, ogni qualvolta il Presidente lo 
ritenga necessario. 
3.Le riunioni sono convocate dal Presidente, con predisposizione dell'ordine del giorno indicante gli argomenti da
 trattare, almeno 15 giorni prima della data fissata, con comunicazione scritta, cui deve seguire comunicazione 
dell'avvenuta ricezione entro 5 giorni. 
4.La convocazione può avvenire anche su richiesta di almeno un decimo degli Associati; in tal caso il Presidente deve
 provvedere, con le modalità di cui al comma 3, alla convocazione entro 15 giorni dal ricevimento della richiesta e 
l'Assemblea deve essere tenuta entro 30 giorni dalla convocazione. 
5.In prima convocazione l'Assemblea e' regolarmente costituita con la presenza della metà più uno degli Associati,
presenti in proprio o per delega da conferirsi ad altro socio. In seconda convocazione è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli Associati presenti,in proprio o per delega. 
6.Ciascun Associato non può essere portatore di più di due deleghe. 
7.Le deliberazioni dell'Assemblea sono adottate a maggioranza semplice dei presenti, fatto salvo quanto previsto dal
 successivo articolo 17. 
8.L'Assemblea ha i seguenti compiti: 
- eleggere i membri del Comitato; 
- approvare il programma di attività proposto dal Comitato; 
- approvare il Regolamento per il funzionamento dell'Associazione e sue eventuali modifiche; 
- approvare il bilancio preventivo annuale; 
- approvare il bilancio consuntivo annuale; 
- approvare o respingere le richieste di modifica dello Statuto di cui al successivo Art.17; 
- stabilire l'ammontare delle quote associative e degli eventuali contributi a carico degli Associati. 

Art.8 
Comitato 

1.Il Comitato e' eletto dall'Assemblea ed e' composto da non meno di 3 membri e non più di 11membri.
2.Del Comitato fanno parte di diritto i soci fondatori e almeno un socio benemerito. 
3.Il Comitato si riunisce almeno una volta ogni 3 mesi. 
4.Le riunioni sono convocate dal Presidente, con predisposizione dell'ordine del giorno indicante gli argomenti
 da trattare, almeno 15 giorni prima della data fissata, con comunicazione scritta, cui deve seguire comunicazione
 dell'avvenuta ricezione entro 5 giorni. 
5.La convocazione può avvenire anche su richiesta di almeno un terzo dei componenti; in tal caso il Presidente deve
 provvedere, con le modalità di cui al comma 3, alla convocazione entro 15 giorni dalla richiesta e la riunione deve
 avvenire entro 15 giorni dalla convocazione. 
6.In prima convocazione il Comitato è regolarmente costituito con la presenza della metà più uno dei componenti.
In seconda convocazione è regolarmente costituito con la presenza di almeno 3 dei suoi componenti. 
7.Il Comitato ha i seguenti compiti: 
- eleggere il Presidente; 
- nominare il Segretario; 
- nominare il Tesoriere; 
- predisporre il Regolamento per il funzionamento dell'Associazione e proporre sue eventuali modifiche; 
- sottoporre all'approvazione dell'Assemblea i bilanci preventivo e consuntivo annuali; 
- sottoporre all'approvazione dell'Assemblea il programma di lavoro annuale; 
- accogliere o rigettare le domande degli aspiranti Associati; 
- assumere il personale; 
- ratificare, nella prima seduta utile, i provvedimenti di propria competenza adottati dal Presidente per motivi di
 necessita' e di urgenza. 

Art.9 
Presidente 

1.Il Presidente dell'Associazione, che e' anche Presidente dell'Assemblea e del Comitato, e' eletto da quest'ultimo
 nel suo seno a maggioranza dei propri componenti. 
2.Esso cessa dalla carica secondo le norme del successivo Art.13 e qualora non ottemperi a quanto disposto nei
 precedenti Art.7, comma 4 e Art.8, comma 4. 
3.Il Presidente rappresenta legalmente l'Associazione nei confronti di terzi e in giudizio. 
4.Il Presidente convoca e presiede le riunioni dell'Assemblea e del Comitato. 
5.In caso di necessita' e di urgenza, assume i provvedimenti di competenza del Comitato, sottoponendoli a ratifica
 nella prima riunione utile. 
6.In caso di assenza,di impedimento o di cessazione,le relative funzioni sono svolte dal Segretario. 

Art.10 
Segretario 

1.Il Segretario coadiuva il Presidente ed ha i seguenti compiti: 
- provvede alla tenuta ed all'aggiornamento del registro degli Associati; 
- provvede al disbrigo della corrispondenza; 
- è responsabile della redazione e della conservazione dei verbali delle riunioni degli organi collegiali; 
- predispone,insieme al Tesoriere,lo schema del progetto di bilancio preventivo,che sottopone al Comitato entro il
 mese di ottobre e del bilancio consuntivo,che sottopone al Comitato entro il mese di marzo. 
- è a capo del personale che eventualmente presti il proprio lavoro nell'Associazione. 

Art.11 
Tesoriere 

1.Il Tesoriere coadiuva il Presidente e il Segretario ed ha i seguenti compiti: 
- provvede alla riscossione delle entrate e al pagamento delle spese in conformità alle decisioni del comitato; 
- provvede alla tenuta dei registri e della contabilità dell'Associazione nonché alla conservazione della
 documentazione relativa; 
- predispone, insieme al Segretario, lo schema del progetto di bilancio preventivo, che sottopone al Comitato entro il
 mese di ottobre, e del bilancio consuntivo, che sottopone al Comitato entro il mese di marzo. 

Art.12 
Collegio arbitrale 

1.Qualsiasi controversia dovesse sorgere per l'interpretazione e l'esecuzione del presente Statuto tra gli organi, tra
 gli organi e gli Associati ovvero tra gli Associati, deve essere devoluta alla determinazione inappellabile di un Collegio arbitrale formato da tre arbitri amichevoli compositori, i quali giudicheranno "ex bono ed aequo " senza formalità di procedura, salvo contraddittorio, entro 60 giorni dalla nomina. 
2.La loro determinazione avrà effetto di accordo direttamente raggiunto tra le parti. 
3.Gli arbitri sono nominati uno da ciascuna delle parti ed il terzo dai primi due o, in difetto di accordo, dal
 presidente della Corte d'Appello di Milano il quale nominerà anche l'arbitro per la parte che non vi abbia provveduto. 

Art.13 
Durata delle cariche 

1.Tutte le cariche elettive hanno la durata di 2 anni e possono essere riconfermate. 
2.Le sostituzioni effettuate nel corso dell'anno decadono allo scadere dell'anno medesimo. 

Art.14 
Risorse economiche 

1. L'associazione trae le risorse economiche per il funzionamento e lo svolgimento della propria attività da: 
- quote associative e contributi degli associati; 
- erogazioni liberali di privati; 
- donazioni e lasciti testamentari; 
- contributi dello Stato, di amministrazioni, enti ed istituzioni pubbliche, dell'Unione Europea e di organismi
 internazionali, anche finalizzati al sostegno di specifici progetti realizzati nell'ambito dei fini statutari; 
- entrate derivanti da prestazione di servizi convenzioni; 
proventi della cessione di beni e servizi agli associati e a terzi, anche attraverso lo svolgimento di attività
 economiche di natura commerciale e artigianale, svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria per il raggiungimento dei
 fini istituzionali; 
- entrate derivanti da iniziative promozionali finalizzate al proprio finanziamento, quali feste e sottoscrizioni
 anche a premi; 
- rendite di beni mobili o immobili pervenuti all'associazione a qualunque titolo. 
2.I fondi sono depositati presso l'istituto di credito stabilito dal Comitato. 
3.Ogni operazione finanziaria fino a mille euro e' disposta con firme disgiunte del Presidente e/o del Segretario. 

Art.15 
Quota sociale 

1.La quota associativa a carico degli Associati e' fissata dall'Assemblea; essa e' annuale, non e' frazionabile,
 ne' ripetibile in caso di recesso o di perdita della qualità di Associati. 

2.Gli Associati non in regola con il pagamento delle quote sociali non possono partecipare alle riunioni
 dell'Assemblea, ne' prendere parte alle attività dell'Associazione. Essi non sono elettori e non possono essere
 eletti alle cariche sociali. 

Art.16 
Bilancio 

1.Ogni anno devono essere redatti, a cura del Comitato, i bilanci preventivo e consuntivo da sottoporre
 all'approvazione dell'Assemblea che deciderà a maggioranza di voti. 

2.Il bilancio deve coincidere con l'anno solare. 

Art.17 
Modifiche allo Statuto, Scioglimento, Devoluzione Patrimonio 

1.Le proposte di modifica allo Statuto possono essere presentate all'Assemblea da uno degli organi o da almeno 1/3
 degli Associati; le relative deliberazioni sono approvate dall'Assemblea con la presenza di almeno 1/3 degli
 Associati e con il voto favorevole dei 2/3 dei presenti. 

2.Per deliberare lo scioglimento dell'Assemblea e la devoluzione del suo patrimonio occorre la presenza ed il voto
 favorevole dei 3/4 degli Associati. 

Art.18 
Norma di rinvio 

1.Per quanto non previsto dal presente Statuto, si fa riferimento alle vigenti disposizioni legislative in materia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *